L’esplosione della padel mania che ha visto protagonista l’Italia ha moltiplicato il numero di campi presenti sul territorio nazionale. Una crescita esponenziale in termini di strutture registrata a partire già dalla seconda metà del 2020 in ogni regione, con cifre da capogiro per le richieste presentate. Tantissimi sono i privati che hanno deciso di imbattersi in questa avventura, contribuendo alla diffusione del padel. Così come i centri sportivi che hanno deciso di ampliare i loro spazi scegliendo di affidarsi al padel, con tempi di realizzazione che variano in base a diversi fattori: scopriamoli insieme.

Quanto tempo ci vuole per realizzare un campo da Padel? (Differenza tra privati e centri sportivi)

Innanzitutto le tempistiche variano se si ha già un centro sportivo o si parte da zero (terreno vergine). Nella prima ipotesi per poter realizzare un campo da padel bisogna solo chiedere i permessi per la costruzione di una platea in cemento rivolgendosi agli uffici competenti. Le tempistiche saranno molto più veloci e snelle rispetto ad un privato che parte da zero.

In quest’ultimo caso per essere in linea con tutte le normative nazionali, alcuni costruttori prevedono delle tempistiche dai 6 ai 10 mesi. Il motivo è infatti relativo a diversi particolari che andranno analizzati nel dettaglio per evitare rischi o situazioni complesse per ottenere il via libera ai lavori.

Dal punto di vista burocratico, la ricerca del luogo adatto alla realizzazione, la progettazione e l’ok da parte delle istituzioni coinvolte richiede circa 6 mesi di tempo per le diverse autorizzazioni dal punto di vista dell’edilizia. Per la normativa urbanistica infatti la realizzazione di un campo da padel equivale ad una vera e propria costruzione: per questo motivo saranno necessari certificati ufficializzati da un tecnico abilitato che monitorerà anche l’iter dei lavori.

Le differenze tra outdoor e indoor: i tempi

Importante anche la differenza tra campi outdoor e indoor: per la realizzazione di campi in strutture chiuse dal punto di vista burocratico sono necessarie autorizzazioni legate alla destinazione d’uso della struttura e del quartiere di riferimento, oltre a numerosi particolari relativi ai vincoli urbanistici.

Una volta ottenuto il via libera ai lavori, la realizzazione dei campi avverrà in circa 2-3 mesi, a seconda delle ditte specializzate scelte per l’esecuzione. Si tratta di tempistiche che riguardano il fondo del campo da gioco e l'installazione sia delle pareti che delle recinzioni, oltre ai lavori per l’illuminazione.

Quanto tempo ci vuole per le autorizzazioni?

Circa 6 mesi per le autorizzazioni edilizie e almeno 60 giorni per i lavori di realizzazione, escludendo possibili ritardi sia nei certificati tecnici sia nei tempi di consegna delle strutture: queste le tempistiche necessarie alla costruzione di un campo, nel pieno della padel mania che abbraccia anche l’Italia.


Tags

Padel
Campo