Il fenomeno padel non conosce confini. Sempre più testimonial che hanno scritto la storia dello sport scelgono di sposare una realtà in continua evoluzione e che non smette mai di stupire. Ne è un esempio anche la “AC Milan Padel Cup”, la competizione promossa dal club rossonero che ha visto protagoniste le leggende del Diavolo catturate dallo sport del momento..

8 ex calciatori rossoneri si sono sfidati presso i campi del Fantini Club di Cervia lo scorso 6 giugno, nel torneo che ha eletto la miglior coppia milanista non solo tra gli spalti di San Siro ma anche sotto rete, tra colpi di scena e giocate spettacolari. Dida, Serginho, Ganz, Eranio, Zaccardo, Antonini, Budel e Zambrotta le leggende rossonere in campo in un girone unico all’italiana, aspettando semifinali e finalissima. Ad aggiudicarsi la prima “AC Milan Padel Cup” sono Gianluca Zambrotta e Alessandro Budel nel match senza storia contro Luca Antonini e l’altro campione del mondo, Christian Zaccardo

Padel, i motivi dietro l'interesse del Milan

Il Milan, club che nel mondo del calcio ha scritto la storia a suon di trionfi in Italia e in Europa, ha scelto di strizzare l’occhio al padel e a una realtà che non conosce ormai limiti né confini. Tantissimi gli sportivi, non solo ex calciatori, che scelgono di sposare una disciplina sempre più attuale, soprattutto in Italia. Lo dimostra anche l’impatto generato dalla stessa “AC Milan Padel Cup” che ha visto protagonisti testimonial d’eccezione, come l’ex campione di tennis Omar Camporese o le altre leggende rossonere Arrigo Sacchi e Sebastiano Rossi. Notevole anche il boom mediatico offerto da Dazn che ha confezionato uno speciale sulla competizione e ai profili social del Milan che hanno dedicato riflettori e visibilità ad un crossover caldissimo tra calcio e padel.

Una coppa che simboleggia l’esplosione di una disciplina sempre più italiana. “Giocare al padel è una meraviglia”, racconta Gianluca Zambrotta. E se lo dice un campione del mondo, c’è da credergli.

Tags

Padel
Sport
Campo