Il suo numero uno alla voce ranking nel World Padel Tour nasce da lontano e incrocia le strade delle speranze, delle sconfitte e delle rivincite da sogno. Ariana Sanchez Fallada è una delle giocatrici più importanti del panorama padel, con i suoi 25 anni e gran parte di una carriera ancora tutta da scrivere.

I primi passi a Reus grazie al papà, il processo di crescita che l’ha proiettata sin da giovanissima nel mondo dei grandi e le continue sfide per affermarsi tra le migliori del circuito. Una storia ricca di incroci decisivi e momenti indimenticabili che nasce da lontano, nel cuore della Cataluña.

La storia di Ariana Sanchez Fallada

Ariana Sanchez Fallada nasce a Reus, città della provincia di Tarragona, in Cataluña, il 19 luglio 1997. Il primo approccio con il mondo del padel già a 9 anni, grazie all’intuizione del suo papà per un movimento che in Spagna aveva già raggiunto un numero importante di appassionati. Nel 2006 i primi passi alla scuola padel di Reus, la sua città, e un anno dopo le prime gare nel circuito under non solo catalano ma anche nazionale.

La crescita esponenziale tra bandeja e vibora accompagna ‘Ari’ alle porte del professionismo già a 17 anni, nel 2014. Per il suo percorso in ascesa sarà fondamentale Marta Ortega, coetanea scelta come partner nelle prime fasi della sua carriera e che ritroverà, da avversaria, in cima al ranking del World Padel Tour nel 2019 come la più giovane di sempre, a soli 22 anni. In un’intervista Ariana Sanchez racconterà di aver preso da lei la capacità di lavorare intensamente, raggiungendo così risultati importanti in carriera.

Le prime vittorie e il palmarés

A 19 anni il primo successo in un torneo professionistico, a Santander. Un momento magico per la Sanchez che segnerà il suo primo passo decisivo verso la vetta del padel. La coppia con Marta Ortega continuerà fino alla fine del 2018, riuscendo a trovare riflettori importanti nel circuito classificandosi spesso tra le migliori 4 dei tornei senza però riuscire a brillare nei momenti decisivi. Nel 2019 la svolta, scegliendo Alejandra Salazar come nuova compagna: 5 titoli in un anno nel World Padel Tour, raggiungendo il secondo posto nel ranking del circuito dietro proprio Marta Ortega, in coppia con Marta Marrero.

In coppia con la Salazar porterà a casa anche i tornei di Valencia e Menorca del 2020 in una stagione condizionata dall’infortunio alla spalla nel torneo di Barcellona, in campo contro Gemma Triay e Lucia Sainz per la prima posizione nel ranking. Al termine della stagione la fine della loro avventura insieme per dare vita ad una nuova era con Paula Josemaria. Inizia così l’epoca d’oro di Ariana Sanchez: 6 titoli del World Padel Tour nel 2021, 8 nel 2022 – quattro consecutivi tra luglio e settembre, da Malaga a Madrid – e il trionfo nel Mondiale del 2021, portando sul tetto del mondo la sua Spagna.

Oggi Ariana Sanchez è la numero uno nel ranking femminile del World Padel Tour: 241 vittorie su 336 partite giocate, centrando una striscia di 12 vittorie consecutive. Numeri da sogno per uno dei fenomeni di questo sport che a soli 25 anni ha già raccolto una miriade di successi in carriera, pronta ad alzare ulteriormente l’asticella di questa disciplina così affascinante.

Tags

Padel
Sport