Prima cosa da sapere: non sei da solo! Seconda cosa da sapere: sì, esistono finanziamenti per impianti sportivi a fondo perduto. Di opportunità, in fondo, ce ne sono e ce ne saranno sempre. Ma bisogna saperne approfittare, coglierle nel momento propizio. Pertanto, quali e quanti sono i finanziamenti volti al miglioramento o alla creazione di strutture sportive? Ecco una guida pratica e un consiglio: tieni d'occhio il profilo LinkedIn di Sport e Salute, contiene aggiornamenti costanti su finanziamenti disponibili per province e regioni.

Finanziamenti per campi da padel: Sport Bonus

Il primo esempio è lo Sport Bonus: è stato introdotto con la Legge di Bilancio, anno 2018. Un totale di 10 milioni di euro, che prevede un incentivo a favore di chi vuole ristrutturare un centro sportivo. Sotto forma di credito d’imposta, c’è un’agevolazione fiscale a disposizione delle imprese: il massimo è di 40mila euro.

Come si ottiene? Spiegando l’intento, l’utilizzo di questi fondi all’Ufficio dello Sport. Bisogna informare e chiarire la propria posizione alle autorità e procedere con le autorizzazioni del caso. Fino al 2022 ci sono circa 35 milioni di euro disponibili, che non sono stati bloccati. 10,5 milioni per questo 2021. Spesso, questi fondi vengono agevolati a chi ha uno scopo benefico, come ad esempio la creazione di manifestazioni sportive o incentivare lo sport per persone disabili.

Ulteriori risorse sono previste dal Fondo Garanzia Mutui: serve sia all’acquisto di strutture sportive, sia all’ampliamento e miglioramento delle strutture preesistenti. In questo caso c’è solo da fare attenzione: ogni regione emanerà il proprio bando, e sono risorse totalmente a fondo perduto.

Finanziamenti per campi da Padel: il Decreto Liquidità

C’è un fondo dedicato inoltre ad aziende e associazioni che operano nel mondo dello sport. Il Decreto Liquidità ha previsto la creazione di una base “di Emergenza per lo sport” dedicato a tutte le associazioni dilettantistiche, purché siano iscritte al Coni. Si tratta del Credito Sportivo e attraverso il portale di quest’ultimo la domanda può essere inviata facendo attenzione di rientrare in tutti i criteri. E cioè: l’importo ottenibile va dai 3000 euro ai 25000 euro; il rimborso in 6 anni; la prima rata pagata dopo 2 anni; garanzia del 100% da parte del fondo.

Finanziamenti per campi da Padel: il Mutuo Ordinario ICS

Il mutuo ordinario ICS ha inoltre la caratteristica principale di non avere un limite d’importo. Si può richiedere qualunque cifra a patto che questa sia utilizzata per “Progetti e iniziative dedicate alla realizzazione di un nuovo centro o impianto sportivo”, ma anche per la ristrutturazione o l’acquisto dell’attrezzatura preposta.

Importante: l’importo non ha limiti, ma sarà rilasciato in base alle esigenze. E dipenderà dalla situazione economica e patrimoniale di chi lo richiede. La durata massima è di 25 anni.

Finanziamenti per campi da Padel: Mutuo Light 2.0 per lo sport

L’Istituto Credito Sportivo può elargire anche un mutuo più leggero, valido sia per i centri sportivi pubblici che per i privati. L’importo massimo si attesta intorno ai 60mila euro. La durata massima del prestito è di 7 anni. Può servire a: realizzare un nuovo impianto, ristrutturare o acquistare nuove attrezzature. E’ per privati di natura giuridica (non persone fisiche, quindi) ed enti pubblici.

Finanziamenti per campi da Padel: Programma UE Educazione

Attenzione qui: avete tempo fino alla fine di quest’anno. Si tratta del Programma UE Educazione, Formazione, Giovani e Sport: è un fondo europeo per lo sport nato nel 2014 e sta per terminare. Serve un progetto da presentare all’Unione Europea e i criteri sono rigidissimi.

- Prevenzione e sensibilizzazione verso le partite truccate;

- Promozione del volontariato sportivo;

- Sostegno ad approcci innovativi per il contrasto al razzismo, alla violenza e all’intolleranza nello sport;

- Introduzione nelle organizzazioni sportive di una buona governance nel rispetto dei principi dell’UE;

- Attuazione in ambito sportivo di progetti sociali e per le pari opportunità;

- Sostegno e promozione dello sport e dell’attività fisica.

Finanziamenti per campi da Padel: Sport e Periferie

Sport e periferie è il Fondo istituito dall'articolo 15 del decreto legge 25 novembre 2015, n.185. Destinata a "misure urgenti per favorire la realizzazione di impianti sportivi nelle periferie urbane", nel 2017 il Fondo è stato rifinanziato con ulteriori 100 milioni di euro: con un iter analogo a quello del piano precedente, il CONI ha proposto alla PCM il Secondo Piano Pluriennale di interventi, che è stato approvato con DPCM del 22 ottobre 2018.

Da menzionare inoltre il progetto 'Resto al Sud': si tratta di un incentivo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia enelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria). È rivolto a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni. I fondi disponibili ammontano a 1 miliardo e 250 milioni di euro. Qui tutti i dettagli.

Sei interessato a costruire un campo? Visita il sito oppure contatta direttamente un consulente di WIP Padel!

Tags

No tags