Con l’autunno ormai padrone assoluto del nostro clima, riuscire a prenotare un campo coperto in questo periodo è davvero un’impresa. Inoltre, col passare delle settimane le temperature diventeranno sempre più rigide, mettendo così a rischio anche le nostre partite all’aperto col cielo sereno.

Il peggior nemico dei mesi freddi però è senza dubbio la pioggia anche perché, oltre al meteo avverso, spesso sono le condizioni del campo ad impedirci di giocare presso strutture prive di copertura. Considerando alcuni particolari però possiamo decidere se scendere in campo dopo una pioggerellina leggera o evitare di correre rischi: scegliere non è semplice, ma bastano pochi consigli per affrontare un campo bagnato nel padel.

Come giocare su un campo bagnato

Il consiglio più importante vale senza dubbio come regola generale: valutate quanto il campo sia davvero bagnato. Se scegliete di giocare dopo una pioggia leggera che non ha lasciato gravi conseguenze sul tappeto di gioco, le differenze rispetto a un match senza fastidi climatici saranno davvero poche. Un campo più pesante invece costringerà i giocatori a cambiare stile, sia a fondo campo che nel rapporto con il vetro.

Con un terreno bagnato le palline diventeranno molto più pesanti col passare dei minuti e in base ai tanti rimbalzi: per questo il suggerimento più utile da parte degli esperti è quello di sostituirle spesso, utilizzando più di un tubo. Consiglio fondamentale anche per la tenuta delle nostre racchette: giocare con palline bagnate vorrà dire rischiare di rovinarle a seconda dei colpi utilizzati.

Lo stile di gioco

Sullo stile di gioco, i professionisti consigliano un atteggiamento ancor più aggressivo: scendere spesso a rete e sfruttare gli angoli, lasciando correre l’avversario. Questo perché l’acqua e il campo bagnato renderanno i rimbalzi più insidiosi, con maggiori difficoltà per i nostri sfidanti. Cambierà anche il tocco sul vetro: occhio, dunque, all’uscita perché traiettorie e colpi andranno ricalibrati con palline più pesanti. Puntate tutto su movimenti più rapidi scendendo ancor di più sulle ginocchia: dal punto di vista fisico, il dispendio di energie sarà infatti più elevato rispetto al solito. Per l’abbigliamento la scelta migliore riguarda le scarpe: suola nuova, a seconda della nostra tipologia preferita.

Giocare su un campo bagnato nel padel si può: vietato aspettarsi però un match di routine perché la pioggia andrà ad influire su ogni fattore di questo sport, dalle palline al vetro. Per questo motivo, valutate bene le condizioni per le vostre partite: a volte, rinviare l’incontro può essere la scelta migliore.

Tags

Europei Padel
Padel