Tre set, in ogni partita. Non è stato semplice arrivare al salto finale, ma Giulia Sussarello e Carolina Orsi hanno saputo superare ogni avversità. E ogni avversaria. Sì, hanno vinto loro il titolo di campionesse d'Italia ai campionati assoluti della FIP. Ma non è stato un percorso netto: ci sono state salite e discese. Soprattutto, il sacrificio per arrivare alla vittoria.

Il percorso

Dopo la prima vittoria contro Francesca Campignotto e Martina Parmigiani (46 63 62), il percorso le ha messe di fronte a una campionessa meravigliosa come Roberta Vinci. Sei anni fa, la finale agli US Open; sei anni dopo, una semifinale molto particolare al fianco di Erika Zanchetta (5): 64 26 62, il risultato finale. Con la consapevolezza che il padel di Vinci può solo portare grattacapi in futuro.

Dall'altra parte del tabellone, ecco le numero due del ranking: Chiara Pappacena e Giorgia Marchetti. Nei quarti hanno battuto con un doppio 61 Sobrero e Pugliesi; doppio 63, in semifinale, contro Valentina Tommasi ed Emily Stellato. All'epilogo, il derby di due vecchie compagne: Sussarello è tornata a sfidare Pappacena, dopo tanti e tanti tornei vissuti fianco a fianco.

La finalissima

Nelle ultime tre edizioni, Chiara e Giulia avevano vinto serenamente tre scudetti di fila. Per la prima volta contro in una finale così importante, è Sussarello a superare Pappacena: 63 36 60. Un successo che vale il quinto titolo di fila per la padelista lombarda: aveva vinto nel 2017 con Sara D'Ambrogio e non vuole assolutamente fermarsi. Primo e grande successo per Carolina Orsi, premiata dal presidente della FIP Luigi Carraro e il presidente Coni Emilia Romagna, Andrea Dondi.

Tags

Padel
Tornei