Una bandiera italiana che sventola d'orgoglio. Claudia Jensen Sirvent, la padelista più giovane tra le azzurre presenti al World Padel Tour, ha già rubato il cuore degli appassionati, confermando le ottime sensazioni alla vigilia del torneo di Madrid.

Del resto, non c'era bisogno di un occhio esperto: il talento è ben visibile e il percorso al WPT ha certificato la prova di carattere: è stata il vero orgoglio italiano nella prima tappa del circuito più famoso, l'unica a difendere i colori italiani all'interno del tabellone, oltre qualsiasi 'previa'.

Claudia Jensen Sirvent: la storia

È che ce l'ha nel sangue. Grazie a papà Cristian, ex tennista professionista argentino, e anche a mamma Claudia, abruzzese doc. Entrambi insegnano padel da tempo e per Claudia, unica ragazza in mezzo ad altri due fratelli, la passione è diventata una questione naturale.

Sin dai 12 anni ha iniziato a giocare con continuità, appena due anni fa ha vinto il Campionato del Mondo Under 14 a Castellòn, insieme a Noemi Aguilar. Ora è una promessa internazionale, a tal punto che la guida del World Padel Tour l'ha inserita tra le giocatrici da tenere d'occhio.

Claudia Jensen Sirvent: il percorso al World Padel Tour

Già nella scorsa edizione ha partecipato a nove delle dieci tappe del WPT, con due qualificazioni per il tabellone delle più grandi, prima a Las Rozas, poi a Barcellona.

Nuovamente a Madrid, in questo aprile speciale, ha ripetuto la sua piccola impresa: a sbarrare la strada a lei e alla compagna Sandra Bellver (58 del ranking) la coppia formata da Ana Caterina Nogueira (13 del ranking) e dalla spagnola Teresa Navarro (25 del ranking).

Tags

World Padel Tour
Tornei
Padel
Sport