Uno sguardo diverso proiettato al futuro che coinvolge il padel e l’impatto ambientale. Una vera e propria rivoluzione green per lo sport del momento: zero plastica, consumi ridotti e sostenibilità per salvare il pianeta. Sempre più strutture scelgono di convertirsi al rispetto per il verde: una strada necessaria che unisce l’amore per lo sport alla salvaguardia dell’ambiente.

L’ultimo esempio che sposa tutte queste caratteristiche si trova a Fabrica di Roma: parliamo infatti del primo club indoor italiano totalmente green. Un progetto che nasce nel 2019 con la riqualificazione degli ambienti di un immobile degli anni ’50. Da lì la necessità di garantire un impatto zero riducendo i consumi elettrici, del suolo e soprattutto della plastica, questi nel dettaglio completamente azzerati.

Padel Green: un futuro ecosostenibile

La realtà di Puro Padel – questo il nome del nuovo club totalmente green nato a Fabrica di Roma – abbraccia la sostenibilità ambientale in ogni suo aspetto, dalla scelta di sposare il fotovoltaico ai particolari sulle borracce d’acciaio e le ricevute esclusivamente in digital. Una scelta che strizza l’occhio anche alle nuove generazioni e al rispetto dell’ambiente da parte dei più piccoli, lavorando in maniera attiva sull’ecosostenibilità.

Con l’esplosione della passione per il padel degli ultimi mesi – impressionante la crescita rispetto al 2019 e al 2020 – sono tantissime le strutture che hanno scelto di sposare progetti green. Riduzione dei consumi e svolta per salvaguardare l’ambiente: due strade parallele tra sport ed ecosostenibilità, indicando la rotta migliore per il futuro del padel sempre più green.

Tags

Padel