Nel padel le articolazioni sono le parti del corpo con un maggior coefficiente di rischio legato a possibili infortuni. E oltre alle lesioni dal punto di vista muscolare è soprattutto il gomito la zona più sottoposta a problemi di natura fisica. Tra i tanti, il più frequente è sicuramente l’epicondilite, un infortunio che colpisce purtroppo anche tanti tennisti.

L'epicondilite nel padel: sintomi e prevenzione

L’epicondilite riguarda nello specifico una malattia infiammatoria: colpisce i tendini dei muscoli dell’avanbraccio collegati con la parte esterna del gomito. Si tratta di un infortunio molto frequente sia nel tennis che nel padel ed è conosciuto con il nome di “gomito del tennista”. Le cause più comuni sono riscontrabili nei traumi o soprattutto negli sforzi ripetuti che mettono a dura prova la resistenza dei tendini. In alcuni casi c’è anche una predisposizione individuale che porta a questo tipo di problema, mentre in altre situazioni gli errori tecnici di particolari movimenti a lungo andare causano più di un fastidio.

Per cercare di prevenire questa tipologia di infortunio è importante fare riscaldamento prima di giocare, insieme agli esercizi di stretching consigliati per i muscoli. In campo, i movimenti vanno eseguiti usando tutto il braccio, senza limitarsi a sfruttare soprattutto il polso per poi sovraccaricare così la zona più esposta per l’epicondilite. Alcuni esperti consigliano anche una racchetta che sia in linea con le proprie caratteristiche di gioco, evitando così complicazioni legate agli sforzi in campo.

Come si cura l'epicondilite

Ma come si cura l’epicondilite? Innanzitutto, è opportuno specificare che esistono tipologie di cure in base alla gravità dell’infortunio. Fastidi più lievi possono essere affrontati con creme o gel sulla parte coinvolta. Situazioni più complesse invece chiamano in causa visite specialistiche e terapie successive, dai massaggi allo stretching fino ai trattamenti con il laser.

L’epicondilite è uno degli incubi tra i giocatori di padel, soprattutto a livello amatoriale. Purtroppo però si tratta di un problema che tocca da vicino anche i professionisti: ne sa qualcosa la stella del World Padel Tour Fernando Belasteguin, costretto allo stop nel 2018 proprio per questo infortunio. Un fastidio che va affrontato nel modo giusto: anche in casi come questo, la prevenzione è fondamentale.

Tags

Padel
Sport